I vantaggi del volontariato internazionale

Ottieni crediti Formativi

Un’esperienza di volontariato all'estero è un’occasione anche per acquisire Crediti Formativi Universitari (CFU) attinenti al proprio percorso di studi.

Leggi tutto

YearOut si rende pienamente disponibile affinché il periodo di volontariato venga riconosciuto per ottenere crediti formativi. L’Università richiederà di compilare un apposito modulo con i dettagli dell’esperienza che verrà poi validato da YearOut.

L’eventuale attribuzione di CFU comunque viene valutata ex post, caso per caso, dal Professore dalla Facoltà interessata.

Empower your career

La crisi del mercato del lavoro ed il crescere della disoccupazione giovanile sono lo scenario attuale che richiede ai giovani d'oggi di investire il più possibile in una preparazione solida, sia ampia che contemporaneamente "mirata" per il mercato del lavoro.

Leggi tutto

Il volontariato internazionale è un’esperienza fondamentale per acquisire competenze. YearOut ha come obbiettivo quello di aiutarti a valorizzare le tue capacità sia durante l’esperienza all’estero che una volta tornato in Italia. Il volontariato può essere uno spartiacque tra il mondo della formazione e quello del lavoro.

Il volontariato internazionale offre un percorso di istruzione non-formale e formazione: rappresenta un contesto di apprendimento di competenze extrascolastico preziosissimo. Risulta pertanto importante che le competenze sia di tipo trasversale che tecnico vengano riconosciute e valorizzate, dai volontari stessi che a loro volta dovranno renderne conto durante le fasi di selezione per una posizione lavorativa.

Il volontario si mette in gioco, attraverso il fare ma anche attraverso il formarsi, dal punto di vista operativo, organizzativo, relazionale ed affettivo. Le competenze sono trasferibili, riutilizzabili e integrabili e possono rafforzare il profilo professionale.

YearOut intende aiutare a valorizzare e validare le competenze che il volontario acquisisce durante l’esperienza di volontariato all’estero, fino ad arrivare alla certificazione. Riconoscere le competenze è fondamentale per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro e migliorare il livello di occupabilità.

Il volontariato internazionale può contraddistinguere il candidato e aiutarlo a competere con più chance di avere successo nella ricerca di una desiderata posizione lavorativa.

Leggi: 27esimaora.corriere.it/articolo/il-volontariato-cambia-il-cve-magari-ti-fa-trovar-lavoro/

Internship all’estero

Il volontariato internazionale, oltre che come credito formativo, può essere riconosciuto come Internship all’estero, sempre a discrezione dell’Università e del professore di riferimento.

Leggi tutto

Pensare al volontariato come ad un Internship è un’occasione unica per:

  • mettere in pratica quanto appreso durante il percorso universitario
  • scoprire se stessi anche professionalmente
  • acquisire nuove competenze
  • arricchire il proprio Curriculum Vitae

Le attività che i volontari svolgono all’interno dei programmi sono in campo sociale, ambientale e medico.

Il valore aggiunto dell’esperienza di volontariato è dato anche dall’intraprendenza del volontario stesso nel proporre un proprio progetto da inserire all’interno delle attività strutturate dai nostri partner locali, sfruttando le proprie competenze ed acquisendone di nuove.

Un’esperienza di Internship all’estero è un solido ponte tra il percorso universitario e quello professionale: un’opportunità per sviluppare skills professionali e umane al fine di potenziare le proprie capacità in vista di un migliore inserimento nel mondo del lavoro. Qualche esempio:

  • conoscenza della Lingua Inglese
  • capacità di gestire lo stress
  • capacità di lavorare in team
  • flessibilità
  • adattabile
  • una migliore leadership
  • problem solving
  • adattabilità
Domande frequenti InfoPack Iscriviti all’InfoDay Idee per il fundraising